Domotica: un prezioso sostegno anche per le persone anziane

Nonostante a volte manchino tempo e modo, oggi possiamo facilmente offrire tutta l’assistenza necessaria ai nostri cari, rendendo un aiuto concreto a chi ci ha accudito e fatto crescere, anche quando non si ha la possibilità di essere al loro fianco.

Inutile ignorare la realtà, inutile non volerci rendere conto dell’alto numero di persone anziane bisognose di aiuto e supporto. Certo, la tecnologia non può e non deve sostituire il sostegno emotivo, ma può aiutarci ad accompagnare gli anziani nella vita di tutti i giorni. “L’automazione delle abitazioni, fino a qualche, tempo fa era vista come uno status symbol, oggi è diventata un concreto ausilio per il comfort ed il vivere quotidiano e può quindi offrire, a maggior ragione con le sue possibilità applicative, un notevole miglioramento delle condizioni di vita di quelle categorie che vedono diminuire la propria autonomia, come gli anziani e i disabili, quando anche l’abitazione viene vissuta con molte difficoltà.” Ci sono tanti aspetti che persone giovani e autonome danno per scontato, come gesti semplici e automatici, prendiamo ad esempio gestire il riscaldamento o vedere chi suona alla porta o avere il controllo di porte e finestre aperte o, semplicemente, essere in grado di vivere la propria casa. Vivere la propria casa, non significa solo viverla in pranzi e cene, pulirla e abbellirla ma anche solo poter aprire la porta a ospiti graditi o ripararsi da chi gradito non è, modificare temperatura e luce a nostro bisogno o gradimento, sapere che si è in un ambiente sicuro, lontano da pericoli. Tutte queste possibilità sono ostacoli per chi è disorientato o fatica ad alzarsi dal letto o dalla poltrona. Ecco che, con la domotica, l’anziano può facilmente essere messo nelle condizioni di mettere in atto scenari in ogni momento, semplicemente schiacciando un tasto.

Un sistema domotico deve e può offrire la possibilità di far interagire e dialogare facilmente con le apparecchiature utilizzate

Una possibilità che permette di possedere una configurazione aperta ed espandibile. Si tratta di una struttura logica e tecnologica tale da attuare il collegamento dell’intero sistema ad un gran numero di apparati, contando sulla massima compatibilità dei prodotti. Il compito dei tecnici è strutturare il vostro sistema personalizzato, il compito degli utilizzatori è vivere comodamente e in semplicità. I vantaggi ottenibili con l’adozione di un sistema domotico da parte di anziani e disabili sono molteplici:

• maggior sicurezza;

• gestione autonoma degli spazi domestici;

• possibilità di intervento sia in caso di allarme che per controllo e comando remoto;

• riduzione della dipendenza;

• miglioramento della qualità della vita;

• riduzione dei costi di assistenza.

Abbiamo scritto spesso di scenari e della differenza fra automazione e domotica. Possiamo avere una casa automatizzata (porte, tapparelle e cancelli motorizzati, antifurto, riscaldamento e climatizzazione regolabili da termostati) ma, per chi fatica a deambulare o non è in grado di districarsi tra i libretti di istruzione, semplici operazioni di utilizzo delle automazioni può essere difficoltoso. La soluzione può trovarsi nella domotica che mette in comunicazione tutti i servizi che abbiamo in casa e, con adatte programmazioni da parte di personale competente, riduce difficoltà di comprensione, attivazione e gestione di ogni sistema a disposizione e, non ultimo, domotizzando i nostri ambienti (integrando cioè le automazioni fra loro facendole “dialogare” per mezzo dell’informatica) è possibile far gestire ad altri la nostra casa senza preoccuparci di nulla, anche da remoto, mantenendone comunque il controllo.

Tutte le apparecchiature collegate al sistema domotico sono gestibili anche a distanza 

Questo avviene attraverso l’utilizzo della comune linea telefonica, con collegamento diretto o tramite internet, senza trascurare la possibilità di ascolto e di comunicazione ambientale che è sempre a disposizione di un operatore designato non presente all’interno dell’abitazione.

Alcuni esempi:

• possono realizzarsi scenari che, attraverso un solo comando, eseguano diverse istruzioni come l’attivazione automatica dell’impianto di sicurezza con chiusura automatica di porte e finestre, con blocco immediato delle valvole del gas e riduzione della temperatura interna all’abitazione o alla singola stanza;

• uso di sensori collegati al letto per individuare quando una persona rimane alzata o allettata per troppo tempo;

• uso dell’apparecchio telefonico per rispondere al citofono o aprire la porta con un tasto;

• uso di rivelatori di presenza che attivino automaticamente le motorizzazioni delle porte;

• sistemi video che offrono immagini dei locali per avere sotto controllo da remoto le attività casalinghe;

• uso di un’interfaccia vocale per la regolazione delle temperature e il comando delle utenze elettriche;

• utilizzo di un unico telecomando per la completa interazione con il sistema;

• uso di sensori che aiutino a monitorare persone con problemi di disorientamento, evitando che rimangano sole in stato confusionale o a terra dopo una caduta o un incidente domestico senza che nessuno se ne accorga.

 

Tutto questo e altro può essere messo in atto dopo un’analisi attenta e puntuale delle difficoltà e delle esigenze di ognuno.

Di Michela Invernizzi e Roberto Lazzarini

Tags:

Il nostro progetto: rendere semplice ciò che potrebbe non esserlo..

Indirizzo

Via brentani 19 6900 lugano

0041 79 9047614

0041 79 9511256

info@domoticaswiss.ch

Lun - Ven: 9:00 - 18:00

Tag Cloud